Formaggi magri: quali sono e dove acquistarli online

Condividi su:

Formaggi magri: quali sono e dove acquistarli online

Formaggi magri: quali sono e dove acquistarli online

Si definiscono formaggi magri tutti quei prodotti che hanno meno di 200 calorie l'etto; i prodotti che superano le 300 calorie, infatti, non sono annoverati tra i formaggi magri.

Solitamente i formaggi con meno grassi sono di tipo fresco e non stagionato; al contrario, i formaggi molto stagionati o con stagionatura media tendono ad essere più calorici.

 

In questo articolo esploriamo insieme l'universo dei formaggi magri, delineandone calorie e nutrienti. Se vuoi scoprire quale formaggio inserire nella tua dieta e dove trovarlo online, continua la lettura di questa guida informativa!

Quali sono i formaggi magri?

Abbiamo detto che i formaggi magri per dieta sono per lo più prodotti freschi; tuttavia, anche alcuni formaggi stagionati vengono introdotti nelle diete. Questo dipende dal loro apporto nutritivo più efficiente per il fabbisogno energetico.

D'altro canto, anche alcuni formaggi freschi possono apportare molte calorie, la mozzarella di bufala ne è un esempio; perciò, se si vuole scegliere i formaggi giusti per restare in forma non bisogna fare confusione.

Per essere precisi, quando si guarda se un formaggio può essere o meno definito light bisogna informarsi sulla percentuale della sostanza grassa; mentre, molto spesso ci si limita a verificare l'intero importo calorico.

I formaggi magri non devono superare il 20 % di sostanza grassa sul secco. Mentre i semigrassi restano fra il 20% e il 42%.

Vediamo quali sono i formaggi con meno grassi e quelli con un contenuto medio di lipidi.

  • Fiocchi di latte: 4,5 g. di grassi per 100g
  • Ricotta di vacca: 8 g. di grassi su 100g
  • Philadelphia: 11 g. di grassi per 100g
  • Mozzarella light:17 g. di grassi in 100g
  • formaggio caprino fresco: 18 g. di grassi su 100 g.
  • Mozzarella: 20 g. di grassi per 100 g
  • Feta: 20 g. di grassi in 100g
  • Mozzarella di Bufala: 25 g. grassi per 100 g.
  • Stracchino: 25 g. di grassi su 100g
  • Parmigiano: 26 g. di grassi per 100g
  • Fontina: 27 g. di grassi su100g
  • Provolone: 27 g. di grassi per 100g
  • Gorgonzola: 28 g. di grassi su 100g
  • Caciocavallo: 31 g. di grassi per 100g
  • Emmental: 31 g. di grassi in 100g

Quali sono i formaggi magri anticolesterolo più consigliati?

Solitamente nelle diete vengono inseriti i formaggi con meno grassi, ma anche i formaggi stagionati non devono essere esclusi, purché vengano consumati con moderazione.

Una fra le caratteristiche tenute in considerazione è l'apporto di colesterolo. Esistono infatti molti formaggi ricchi di colesterolo che non fanno un buon servizio all'organismo, mentre fra i formaggi magri ve ne sono molti anticolesterolo.

Questo non significa che il colesterolo sia totalmente assente, ma è presente in piccolissime quantità, non dannose per il corpo. È bene precisare, d'altra parte, che i formaggi con un notevole apporto di colesterolo, contengono, però, molti nutrienti, pertanto, non devono essere esclusi dalla tavola.

Il segreto è mangiarli con moderazione. Fatta questa precisazione, approfondiamo quali sono i formaggi con minore quantità di colesterolo.

I formaggi magri che contengono meno grassi saturi e meno colesterolo sono soprattutto i prodotti lavorati con latte caprino; anche se dipende molto dalla lavorazione del formaggio.

Il latte di capra ha una composizione di grassi che lo rende più digeribile e leggero rispetto al latte vaccino o ovino. Questo dipende dalle ridotte dimensioni dei suoi globuli di grasso; i quali sono più facilmente aggredibili dalle lipasi.

Alcuni studi scientifici recenti hanno potuto dimostrare che gli acidi grassi a catena corta dei caprini inibiscono l'accumulo di colesterolo. Pertanto, possiamo dire che chi consuma formaggio caprino incorre meno nel rischio di avere colesterolo alto.

Tra i formaggi vaccini, quelli considerati anticolesterolo s'identificano con i prodotti più magri e sono:

  • ricotta
  • crescenza
  • fiocchi di latte
  • feta (meglio ancora se di capra)

Solitamente però il colesterolo contenuto in 100 g di questi formaggi, resta intorno ai 50 g; certamente inferiore rispetto ai formaggi più grassi, ma comunque da tenere sotto controllo.

Quali sono le giuste dosi formaggio a settimana?

Secondo i nutrizionisti e alcuni studi scientifici le dosi ottimali di formaggio che si dovrebbero assumere settimanalmente si aggirano fra i 150 e i 200 grammi. Si consiglia di suddividere le dosi in tre porzioni settimanali, facendo attenzione ad assumere 50 g di formaggi grassi e 100 di quelli magri.

 

Assumere formaggi e latticini in genere secondo gli esperti è importante per assicurare una copertura minima del 43% del fabbisogno di calcio nelle donne in menopausa e nell'età adolescenziale. Mentre le stesse dosi può assicurare una copertura del 60% del fabbisogno in un maschio adulto o di una donna adulta sotto i 50. Inoltre, assumere almeno tre porzioni di formaggio alla settimana permette alla popolazione di garantirsi almeno la metà di fabbisogno medio di riboflavina.

Dove acquistare i formaggi magri online?

Vuoi trovare ottimi formaggi magri ad un buon prezzo? Cerca sul nostro store, troverai ottima robiola di Roccaverano DOP a soli 7,99 Euro; i nostri formaggi caprini aromatizzati a soli 13, 50 o la nostra ricotta Marzotica Torretta a soli 6, 89 Euro!

Affrettati a fare il tuo ordine, la consegna avverrà in soli tre giorni! Tutti i nostri prodotti sono sigillati e mantenuti con la massima cura per assicurare una buona conservazione.

Vuoi restare aggiornato su tutti i nostri prodotti? Continua a seguire il nostro blog!

 

Alla prossima!

Caricamento...

I consigli dei nostri esperti

Tutti i prodotti dell'articolo

Condividi su:

Caricamento...
Caricamento...
Caricamento...